Carrello vuoto


COME SCEGLIERE IL TAPIS ROULANT - LE CINQUE REGOLE FONDAMENTALI PER NON SBAGLIARE

07/01/2017

Se avete deciso di acquistare un tapis roulant per tenervi in forma diventa importante scegliere il prodotto giusto, seguite queste semplici regole e non sbaglierete la Vostra scelta.

1) IL TAPIS ROULANT DEVE ESSERE ADEGUATO ALLE VOSTRE MISURE ED ALL’USO CHE NE FARETE.
Come la maggior parte degli attrezzi sportivi (sci, mazze da golf, biciclette, racchette da tennis, etc) anche il tapis roulant deve essere di dimensioni e caratteristiche adeguate alla persona che lo andrà ad utilizzare e con che livello di intesità.

La lunghezza del nastro di corsa (superficie di corsa)
Le dimensioni minime della superficie di corsa (che è l’area utile dove si cammina) sono stabilite per legge dalla Direttiva Macchine Europea EN-957/6 e sono 40x120 cm. Accurati studi hanno infatti stabilito che un tapis roulant con superficie di corsa inferiore a 40x120 cm risulta essere meno sicuro e può essere causa di cadute ed infortuni. Diifidate quindi dei prodotti con superficie di corsa inferiore a 40x120mm, potrebbero risultare pericolosi.

Se l’utilizzo che andrete a fare del tapis roulant sarà la “camminata veloce” una lunghezza del nastro pari a 120/130 cm è sicuramente sufficiente, se invece utilizzerete il tapis roulant per correre potete considerare questa tabella:

Statura                       Velocità max                       Lunghezza del nastro
150/170 cm                  14 km/h                                     135 cm
150/170 cm                  18 km/h                                     140 cm
150/170 cm                  22 km/h                                     145 cm

170/190 cm                  14 km/h                                      140 cm
170/190 cm                  18 km/h                                      145 cm
170/190 cm                  22 km/h                                      150 cm

La larghezza del nastro
Come detto al punto precedente, la larghezza minima del nastro è stabilita per legge in 40 cm.
Recentemente si utilizza più spesso il valore della "superficie di corsa" piuttosto che quello della "larghezza del nastro".
Per larghezza della "superficie di corsa" si intende lo spazio utile di corsa, ottenuto sommando alla larghezza del nastro lo spazio a destra e a sinistra dello stesso fino alle fasce laterali.
Generalmente infatti tra il nastro di corsa e le fasce laterali c'è sempre uno spazio di 10-20 mm che è a tutti gli effetti spazio utilizzabile per la corsa
Ad esempio nel caso del XT900 HRC http://www.intergym.com/tapis_roulant_xt900_hrc_3_5/6_5_hp_22km/h_558x1520_fascia_cardio 
questo spazio è di 19 mm mentre il nastro di corsa è largo 52 cm - si avrà indicata una "superficie di corsa" pari a 55,8 cm 

Tornando alla scelta della "taglia", una superficie di corsa con larghezza 42 cm è più che sufficiente per la “camminata veloce” e la corsa lenta mentre, man mano che si sale di velocità e 
per poter fare l’esercizio in sicurezza, è opportuno disporre di una larghezza maggiore.

In base alla nostra esperienza, riteniamo che la larghezza minima della "superficie di corsa" debba essere:

fino a 8 km/h                    45 cm
8 - 14 km/h                       48 cm
14 - 18 km/h                     52 cm
oltre i 18 km/h                   non inferiore a 55 cm

La potenza del motore
Definita la “taglia” del Vostro tapisroulant, la scelta più importante da fare ora è quella della potenza del motore.
La maggior parte dei tapis roulant per uso domestico è equipaggiata di motori a corrente continua, conosciuti come DC (direct current) motor, mentre la maggior parte dei tapis roulant professionali è equipaggiata di motori a corrente alternata conosciuti come AC (alternating current) motor.
Molti costruttori indicano un doppio dato come potenza del motore: una potenza base e una potenza di picco (peak). Quella che dovete considerare per la Vostra scelta è quella base.
Anche in questo caso la scelta è condizionata dalle caratteristiche fisiche dell’utilizzatore e più precisamente dal peso.
Il lavoro svolto dal motore è quello di far scorrere il nastro sul piano di corsa, vincendo l’attrito che si genera tra queste due superfici quando camminiamo o corriamo.
L’intensità dell’attrito aumenta proporzionalmente all’aumentare del peso applicato al nastro e quindi del peso della persona.
La scelta quindi della potenza del motore deve essere fatta tenendo conto principalmente del peso dell’utilizzatore

Possiamo per questo fare riferimento alla seguente tabella che considera un utilizzo continuativo di 1 ora:

Peso corporeo              Potenza del motore (DC)
60/80 kg                      2.00/2.50 HP
80/100 kg                     
2.50/3.00 HP
100/125 kg                   3.00/3.50 HP
125/150 kg                   3.50/4.00 HP
per utilizzi sotto i 30 minuti è possibile ridurre la potenza di 0,25 HP, per utilizzi oltre i 60 minuti (fino ad un massimo di 120) aumentare la potenza di 0,25 HP

Un altro modo per fare la scelta giusta è considerare il peso massimo utente dichiarato dalla casa ed indicato per legge in tutti i modelli.
Volendo utilizzare questo parametro dovremo andare a ridurre del 30-33% il peso massimo utente dichiarato, individueremo così una macchina che sarà utilizzata a 2/3 del proprio potenziale. 
Un po' come il motore di un'automobile potente che, utilizzato a medi regimi, percorre molti più chilometri di un motore meno potente ma utilizzato ad alti regimi.


Ricordate che un motore sottodimensionato tende a scaldarsi anche dopo 10/15 minuti di utilizzo e che la temperatura (oltre i 60-65° C) è il peggior nemico del motore elettrico. Oltre tale temperatura il motore perde progressivamente e in modo definito la propria potenza per effetto della smagnetizzazione dei magneti.
La vita del Vostro tapis roulant dipende molto dalla scelta corretta del motore. Non risparmiate sul motore, rinunciate piuttosto a qualche optional: il ventilatore o le casse o meno programmi, ma non risparmiate sulla potenza del motore!

2) INCLINAZIONE ELETTRICA
E’ una delle funzioni da prendere in considerazione.
L’inclinazione elettrica generalmente permette di inclinare il piano di corsa e di raggiungere una pendenza fino al 10-15%. Approcciando un prodotto, verificate sempre che i parametri dell’inclinazione siano quelli indicati. Ci sono prodotti che dichiarano una pendenza del 15% ma che in realtà arrivano solo alla metà.
L’utilizzo dell’inclinazione elettrica dà il grande vantaggio di poter aumentare l’intensità dell’allenamento senza dover aumentare la velocità, a tutto vantaggio del comfort.

3) I PROGRAMMI DI ALLENAMENTO
La maggior parte dei tapis roulant è dotata di programmi che simulano delle sessioni di allenamento. I migliori prodotti hanno programmi flessibili e che possono essere adattati all’utilizzatore. Prima di scegliere il prodotto sarebbe opportuno poter consultare il manuale dell’utente e valutare i programmi e la loro flessibilità.
Tra i programmi più importanti ci sono quelli personalizzabili, che consentono all’utente di scrivere e memorizzare uno o più programmi realizzati in base alle proprie preferenze e caratteristiche atletiche.
I tapis roulant più evoluti dispongono anche di programmi HRC (Heart Rate Control) che permettono di effettuare allenamenti a battito controllato, ovvero il tapis roulant adatta velocità ed inclinazione in base alle pulsazioni e per mantenerle entro una certa soglia, precedentemente definita.

4) IL PIANO AMMORTIZZATO
Benché la corsa sul tapis roulant sia sempre più sicura che su strada dato che non impattiamo con una superficie dura come ad esempio l’asfalto e evitiamo possibili incidenti conseguenti a sconnessione del terreno, prima di effettuare la Vostra scelta verificate che il tapis roulant sia dotato di sistema ammortizzante.
Un buon sistema ammortizzante riduce l’impatto anche del 30% e preserva le Vostre articolazioni.

5) LA SCELTA DEL PRODUTTORE
Ora che avete definito le caratteristiche che dovrà avere il Vostro tapis roulant, è il momento di scegliere la marca.
Sia nei negozi specializzati che sul web, c’è una quantità enorme di proposte e offerte, orientatevi innanzi tutto verso delle aziende note e presenti da tempo nel settore.
Meglio scegliere marchi internazionali e che possibilmente facciano capo al fabbricante come Intergym, che è agente e distributore esclusivo dei marchi Dyaco, o altri come Johnson, Technogym, Life Fitness.
Operano sul mercato anche numerosi operatori che acquistano in estremo oriente applicando l’adesivo del loro marchio al prodotto, senza avere un mandato specifico di rappresentanza, ma scegliendo il fornitore prevalentemente in base al prezzo.

I distributori di aziende importanti sono generalmente ben organizzati e obbligati, per mantenere il mandato di distribuzione, a garantire un buon servizio post-vendita e la disponibilità dei ricambi per almeno 10 anni.

Dicono di noi




Accetto Privacy
© Intergym SRL Unipersonale - P. IVA 03610040242 - Privacy